Loading...

News

Fondazione Archeologica Canosina
Home / News / A spasso per la storia, la sera di ferragosto a Canosa

A spasso per la storia, la sera di ferragosto a Canosa

12/08/2015
  • A spasso per la storia, la sera di ferragosto a Canosa

Arriviamo dunque al terzo appuntamento delle aperture serali dei monumenti, siti e musei a Canosa di Puglia, aperti anche la sera del 15 agosto.

L'iniziativa è legata all'ambito “Open Days”, curato dalla Regione Puglia.

L'appuntamento prevede l'ingresso presso i siti e i musei e (se richiesta) la visita guidata gratuita degli stessi, fornita dalle guide della Soc. Coop. “Dromos.it”. I monumenti, musei e aree archeologiche sono accessibili dalle 20.00 alle 23.00.

Ricordiamo altresì che, per usufruire della visita, i visitatori dovranno raggiungere direttamente gli ingressi dei siti, dei monumenti e dei musei per i quali è prevista l'apertura.

Come per le precedenti serate, saranno aperti e visitabili i seguenti luoghi:

• Ipogei Lagrasta (IV-I sec. a.C.), tombe a camera sotterranee, ricavate dal banco di calcarenite. Il sito archeologico è stato scoperto tra il 1843 ed il 1902. Originariamente, le celle sepolcrali, ospitavano anche sontuosi corredi funerari, attualmente conservati in luoghi come il Museo Archeologico Nazionale di Napoli ed il Museo del Louvre, a Parigi;

• Parco archeologico di San Giovanni (VI sec. d.C.), con i resti del battistero paleocristiano, fatto edificare da San Sabino. Nell'800 i ruderi dell'edificio furono ricostruiti per essere riutilizzati come frantoio. Dallo scorso secolo il Battistero è oggetto di studio. Si tratta di una delle principali testimonianze paleocristiane in Città, anche per via delle forti influenze bizantine nelle sue forme architettoniche;

• Parco archeologico di San Leucio (III-II sec. a.C. - VI sec. d.C.), chiesa paleocristiana in ruderi, edificata su commissione del Vescovo Sabino nel VI sec., riutilizzando in gran parte il fabbricato del preesistente tempio pagano dedicato ad Atena-Ilias (III-II a.C.). La visita alle rovine della basilica prevede anche l'osservazione degli oggetti e reperti, rinvenuti in loco e conservati nel vicino Antiquarium;

• Museo di Palazzo Sinesi, all'interno dell'edificio ottocentesco, attuale sede staccata della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Puglia, è possibile osservare la collezione di vasi funerari ellenistici scoperti nel 1912, all'interno dell'Ipogeo Varrese (IV sec. a.C.), situato ai margini della Città;

• Museo di Palazzo Iliceto, aperto per l'occasione, l'edificio settecentesco darà la possibilità ai visitatori di osservare e soffermarsi sulla collezione civica, costituita nel piano inferiore da sculture, epigrafi ed elementi architettonici dal III sec. a.C. - all'XI sec. d.C. Nel piano superiore, invece si potrà apprezzare il vasellame arcaico e magnogreco dal VII al II sec. a.C.

Sabato 15 agosto, Palazzo Iliceto ospiterà anche spettacoli di burattini per famiglie, sui personaggi e sugli episodi della storia di Canosa, nei seguenti orari: 20.00, 21.00 e 22.00.
La partecipazione a questi spettacoli richiede la prenotazione chiamando il 333 8856300. A questo contatto rimandiamo inoltre per qualsiasi informazione sia sulle attività “Open Days” a Canosa, sia ovviamente su tutte le iniziative targate “Dromos.it”.

Condividi su Facebook