Loading...

News

Fondazione Archeologica Canosina
Home / News / PRESENTATO IL III° CAMPO SCUOLA DI ARCHEOLOGIA A PIETRA CADUTA

PRESENTATO IL III° CAMPO SCUOLA DI ARCHEOLOGIA A PIETRA CADUTA

14/09/2016
  • PRESENTATO IL III° CAMPO SCUOLA DI ARCHEOLOGIA A PIETRA CADUTA

Martedì 13 settembre, alle ore 11.00 è stata presentata la terza edizione del Campo Scuola di Archeologia, presso la necropoli arcaica di Pietra Caduta (IV sec. a.C., circa). Questa iniziativa didattica ed archeologica è organizzata dalla Fondazione Archeologica Canosina Onlus e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con la collaborazione della Dromos.it Soc. Coop. ed il patrocinio del Comune di Canosa di Puglia, Confindustria BAT, la Parrocchia della Madonna del Rosale ed il Centro Studi e Ricerche Sergio Fontana. La direzione scientifica è affidata alla dott.ssa Marisa Corrente (Funzionario archeologo Area III Fascia 5). Quest’anno, in occasione del Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro, alcune scolaresche del Liceo Statale “Enrico Fermi” si sono aggiunte agli allievi del corso teorico-pratico, consolidando una collaborazione culturale con la Fondazione Archeologica Canosina Onlus. Il Campo Scuola è in corso dal 5 settembre e si concluderà il prossimo 23 settembre. L’area archeologica di Pietra Caduta è caratterizzata da una serie di sepolture a grotticella del IV sec. a.C., caratterizzate da piccoli abitacoli ricavati nella calcarenite, all’interno dei quali (come per i più sontuosi ipogei canosini) venivano seppelliti i defunti. Tra XIX e XX sec. la località di Pietra Caduta fu utilizzata come cava per l’estrazione di blocchi di pietra calcarea. Proprio in questa epoca avvenne la scoperta delle antiche tombe che portarono alla depredazione dei corredi funerari deposti all’interno. All’evento hanno partecipato tutti coloro che hanno reso possibile, per il terzo anno consecutivo, un’attività archeo-didattica volta innanzitutto a insegnare la teoria e le tecniche di uno scavo archeologico, ma anche – e questo vale soprattutto per i più giovani – a far comprendere che queste testimonianze sono parte del territorio. Erano dunque presenti il Sindaco Ernesto La Salvia con gli Assessori comunali alla Cultura e al Turismo Sabino Facciolongo e Maddalena Malcangio (Comune di Canosa), Marisa Corrente (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti, Paesaggio), Alfredo De Biase (Polo Museale della Puglia), Mons. Felice Bacco (Concattedrale di San Sabino) Don Saverio Memeo (Parrocchia della Madonna del Rosale), Sergio Fontana (Confindustria BAT) e Sabino Silvestri (Fondazione Archeologica Canosina Onlus). I vari rappresentanti istituzionali, imprenditoriali ed associativi che sono intervenuti alla breve conferenza organizzata per la circostanza hanno parlato di archeologia, scuola, territorio, opportunità lavorative, passato, presente e futuro elementi utili per gettare le basi della società del domani, di cui faranno parte anche i giovani liceali impegnati in questi giorni nelle attività didattiche di scavo.