Loading...

News

Fondazione Archeologica Canosina
Home / News / Doppietta per le vestigia canosine, nuovamente in onda sul TG1: curiosità e programmi futuri

Doppietta per le vestigia canosine, nuovamente in onda sul TG1: curiosità e programmi futuri

25/05/2018
  • Doppietta per le vestigia canosine, nuovamente in onda sul TG1: curiosità e programmi futuri

Canosa protagonista del piccolo schermo ancora una volta. Durante il TG1 delle ore 20.00, giovedì 24 Maggio 2018, le ricchezze archeologiche della “piccola Roma” incantano gli spettatori con la loro bellezza e le loro singolarità. Avete mai immaginato di entrare in casa ed affacciarvi su una dimora patrizia d’età romana? Scendere nelle antiche cantine di un condominio e ritrovare una necropoli? Scoprire un ipogeo del III sec.a.C. al posto di un garage? A Canosa di Puglia tutto questo è realtà tanto da incuriosire sempre più i mass media ed ospitare la prima emittente nazionale per ben due volte nell’arco di pochi mesi.

Il successo è dovuto all’incredibile lavoro svolto negli anni dalla Fondazione Archeologica Canosina, unitamente alle associazioni locali, agli enti culturali ed al Comune di Canosa di Puglia: una sinergia motivata dalla voglia di far conoscere l’immenso patrimonio archeologico e culturale della città a tutta la Penisola e non solo.

Alcuni mesi fa, la Città ha ospitato Caterina Doglio, inviata del Tg1, la quale ha descritto, durante il servizio, l’immenso corredo funebre esposto presso il Museo di Palazzo Sinesi e l’ipogeo Varrese, sito da cui provengono i reperti.

In questa occasione, invece, la giornalista RAI, Valentina Bisti, assieme alla troupe, accompagnata dalla guida turistica Renato Tango, ha visitato, entusiasta, alcuni dei siti che insistono al di sotto di edifici moderni. Ne sono esempio la domus romana di Colle Montescupolo, l’ipogeo Scocchera B e l’ipogeo di Vico San Martino. Una commistione fra antico e moderno che, oltre ad aver impedito la distruzione della memoria storica urbana materiale, consente oggi di ridare slancio alla promozione turistica del nostro territorio. Il connubio archeologia-edilizia è stato ulteriormente valorizzato dalla coscienza dei cittadini e dei residenti nei condominii interessati: divenuti a loro volta i custodi del patrimonio immobiliare antico e moderno.

Una sensibilità comune a pochi ma che dovrebbe essere insita a tutti i cittadini: essere orgogliosi della storia e della preziosità del proprio paese ed esserne fieri custodi e preservatori di quest’ultimo.

Con l’arrivo dell’estate, Canosa si prepara ad accogliere turisti provenienti da tutta Italia e dal mondo, il numero di visitatori, difatti, è in costante ascesa e le offerte proposte dalla Società Cooperativa OmniArte.it andranno a soddisfare, con itinerari tematici e politematici, ogni richiesta. Inoltre, è possibile visitare i siti archeologici e le sedi museali contattando la seguente utenza telefonica: 3338856300.

Ilenia Pontino

Per il video del 24 Maggio cliccare il seguente link: Nel Cuore Di Canosa

 

Servizio tg 1 del 10 Dicembre: Fondazione Archeologica Canosina Onlus