Loading...

News

Fondazione Archeologica Canosina
Home / News / Gli studenti del Garrone alla scoperta dei tesori cittadini

Gli studenti del Garrone alla scoperta dei tesori cittadini

20/04/2015
  • Gli studenti del Garrone alla scoperta dei tesori cittadini

A Canosa, nella Puglia riscoperta e tanto valorizzata negli ultimi anni, l’alternanza scuola-lavoro si presenta in una veste nuova e originale: la nota cattedrale di San Sabino, i resti dell’antico castello, le terme, i parchi archeologici, gli ipogei che rendono unica e preziosa la cittadina, rivivono in un’ottica contemporanea ed originale grazie all’istituto I.I.S.S. “N. Garrone”, sede di Canosa di Puglia, all’impegno del Dirigente Scolastico prof. Francesco Antonio Diviccaro, dei docenti, degli studenti e della Fondazione Archeologica Canosina O.N.L.U.S. che svolge questa attività in convenzione conla scuola.

Dal 9 al 17 aprile, in sole 40 ore, gli studenti hanno effettuato ricerche sul patrimonio storico-artistico della città, sopralluoghi, lavori di gruppo e individuali per realizzare cd rom e manifesti tematici, loghi e brochure, produrre materiale grafico e multimediale, utile alla promozione turistica e culturale del territorio con i suoi tesori e le sue peculiarità.

 

Lo stage ha coinvolto le classi III e IV, indirizzo grafico pubblicitario dell’istituto “N. Garrone”, i docenti di indirizzo e specializzati, la fondazione archeologica e il centro servizi culturali di Canosa di Puglia ed è una conferma della pluriennale attività dell’istituto per l’inclusione scolastica di alunni con disabilità e bisogni educativi speciali e il dialogo con le diverse realtà presenti sul territorio.

Si  parte dalla formazione e dalla scuola per raggiungere obiettivi ambiziosi, conoscere la storia e i tesori della città con un approccio nuovo ed originale, quello delle più attuali strategie di comunicazione e della promozione del territorio anche in ambito turistico.

Si presenteranno e delineeranno nuove figure professionali, esperti in strategie di interazione e in comunicazione visiva e si sperimenterà una fruizione nuova del territorio con attività di promozione e valorizzazione a cura degli stessi studenti. La maggiore consapevolezza delle risorse personali e del territorio in cui si vive, unita alla creazione di sinergie durevoli nel tempo e in grado di coniugare scuola, associazionismo, attività produttive, offre nuove opportunità di lavoro e sviluppo e anche spunti per creare giovani start up.

Professoressa Emanuela Di Chio