Loading...

News

Fondazione Archeologica Canosina
Home / News / “Le poesie sono alberi” (Les Flaneurs Edizioni), una raccolta di poesie scritta da Giusy Del Vento

“Le poesie sono alberi” (Les Flaneurs Edizioni), una raccolta di poesie scritta da Giusy Del Vento

11/06/2018
  • “Le poesie sono alberi” (Les Flaneurs Edizioni), una raccolta di poesie scritta da Giusy Del Vento

Sarà presentato il prossimo 16 giugno presso le Terrazze di Palazzo Iliceto – Sede Museale (in via Trento e Trieste, 20) di Canosa di Puglia, “Le poesie sono alberi” (Les Flaneurs Edizioni), una raccolta di poesie scritta da Giusy Del Vento. A introdurre la serata sarà la Presidente Pro Loco Anna Maria Fiore, mentre a moderare sarà Claudia Vitrani. Letture a cura della stessa Anna Maria Fiore, Flavia Damiano, Sabino Facciolongo e Antonio Faretina. Prevista la presenza dell’editore Alessio Rega.

L’incontro, organizzato dalla Pro Loco Canosa di Puglia in collaborazione con la Fondazione Archeologica Canosina, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale è ad ingresso libero e avrà inizio alle ore 20.00.

 

La scrittura di Giusy Del Vento è essenziale e fragrante al contempo, nonostante ben se ne intraveda tutta la profondità. È come il mare fresco, estivo, quello tanto limpido che, quando lo scorgi dall’alto di uno scoglio, puoi indovinarne il fondo. Così Giusy Del Vento mette nero su bianco le sue visioni, con semplicità naturale e con densità, descrive colori e profumi in poche parole, dando voce profonda e attenta all’incanto del cosmo e dell’anima mundi. Il motto incarnato in questi versi è costante: la bellezza salverà il mondo e la poesia ne è la voce.

 

Giusy Del Vento ha pubblicato il romanzo per ragazzi “Filippo, Canosa e la Principessa” e tre raccolte poetiche “Come gocce d’acqua”, “Il canto delle cicale” (in collaborazione con il poeta venezuelano Giovanni Battista Petrella di Maracaibo), “Al canto della musa, despierta il poeta” (in spagnolo e italiano) e “Nòstos” (Il ritorno). Suoi racconti sono stati utilizzati in Patagonia (Argentina), come materiale didattico per insegnare Italiano in una scuola. Alcune sue poesie sono state tradotte in francese, tedesco, inglese, spagnolo, macedone, greco, esperanto e polacco.