Loading...

News

Fondazione Archeologica Canosina
Home / News / Sensibilizziamo i ragazzi alla tutela del patrimonio archeologico della città

Sensibilizziamo i ragazzi alla tutela del patrimonio archeologico della città

21/02/2019
  • Sensibilizziamo i ragazzi alla tutela del patrimonio archeologico della città

È un legame forte, quasi imprescindibile, quello che lega il Liceo Enrico Fermi di Canosa al nostro patrimonio archeologico. Ben tre sono, infatti, gli ipogei sui quali l’edificio liceale insiste: il più famoso quello del Cerbero.
E per sottolineare tale legame ancora una volta l’archeologia e la sua tutela sono state protagoniste di una delle assemblee d’istituto del Fermi: già da tempo dedicate a temi sociali o di grande interesse. Ad animarla oggi il Presidente della FAC, Sabino Silvestri, opportunamente accompagnato dalle guide turistiche Renato Tango, Ilenia Pontino, Chiara Loveglio e Francesco Specchio. Occasione: i recenti atti vandalici che hanno riguardato alcune nostre aree archeologiche e monumentali, così come quelle di città vicine come Trani, che tanto scalpore ha fatto sui media nazionali. Oggetto della discussione con gli studenti sono state, oltre all’attività della FAC, le caratteristiche del nostro patrimonio archeologico e monumentale , troppo spesso misconosciuto dagli stessi giovani che ne avranno il futuro onere di tutela.

Accanto a questo le attività di tutela dello stesso, che ne prevede innanzitutto il rispetto. Un rispetto che deriva innanzitutto dalla conoscenza delle emergenze monumentali canosine e soprattutto dall’orgoglio che un ogni cittadino dovrebbe nascere dal fatto di essere eredidi siffatto passato. Non è mancato anche un riferimento alle possibilità lavorative che un simile patrimonio potrebbe offrire ai giovani canosini, a patto tuttavia di curarne la tutela e l’allestimento: compito soprattutto delle nuove generazioni. Per questo altre cento, mille assemblee d’istituto saranno svolte sull’argomento, afferma la Dirigente Scolastica del Fermi, Prof.ssa Nunzia Silvestri, nel ringraziare gli ospiti intervenuti e nell’invitarli nuovamente a parlare agli studenti.

Sabino Facciolongo

 

Notizia pubblicata dalla Terra del Sole

https://terradelsolenews.wordpress.com/2019/02/21/il-liceo-fermi-di-canosa-e-larcheologia-binomio-inscindibile/?fbclid=IwAR3fAwVjzJXv2dPSRuK34F3x5vfhJzfJNO39bdlzfoSfjhLbiGWS7KNeQuk

È un legame forte, quasi imprescindibile, quello che lega il Liceo Enrico Fermi di Canosa al nostro patrimonio archeologico. Ben tre sono, infatti, gli ipogei sui quali l’edificio liceale insiste: il più famoso quello del Cerbero.
E per sottolineare tale legame ancora una volta l’archeologia e la sua tutela sono state protagoniste di una delle assemblee d’istituto del Fermi: già da tempo dedicate a temi sociali o di grande interesse. Ad animarla oggi il Presidente della FAC, Sabino Silvestri, opportunamente accompagnato dalle guide turistiche Renato Tango, Ilenia Pontino, Chiara Loveglio e Francesco Specchio. Occasione: i recenti atti vandalici che hanno riguardato alcune nostre aree archeologiche e monumentali, così come quelle di città vicine come Trani, che tanto scalpore ha fatto sui media nazionali. Oggetto della discussione con gli studenti sono state, oltre all’attività della FAC, le caratteristiche del nostro patrimonio archeologico e monumentale , troppo spesso misconosciuto dagli stessi giovani che ne avranno il futuro onere di tutela.

Accanto a questo le attività di tutela dello stesso, che ne prevede innanzitutto il rispetto. Un rispetto che deriva innanzitutto dalla conoscenza delle emergenze monumentali canosine e soprattutto dall’orgoglio che un ogni cittadino dovrebbe nascere dal fatto di essere eredidi siffatto passato. Non è mancato anche un riferimento alle possibilità lavorative che un simile patrimonio potrebbe offrire ai giovani canosini, a patto tuttavia di curarne la tutela e l’allestimento: compito soprattutto delle nuove generazioni. Per questo altre cento, mille assemblee d’istituto saranno svolte sull’argomento, afferma la Dirigente Scolastica del Fermi, Prof.ssa Nunzia Silvestri, nel ringraziare gli ospiti intervenuti e nell’invitarli nuovamente a parlare agli studenti.

Sabino Facciolongo

 
Annunci
REPORT THIS AD
REPORT THIS AD

Navigazione articoli

Rispondi